Orvieto:le due Torri.

Share

Read next article:

"Museo civico "F.Rittatore Vonwiller""

Read previous article:

"Lido Camping Village"

Le due Torri, nella storia

In Nella Storia

ORVIETO: le due Torri

Le due torri medioevali più conosciute di Orvieto giunte integre fino ad oggi

Le torri nel medioevo rappresentavano la forza ed il blasone delle famiglie nobili che si contendevano il potere; anche la città di Orvieto non sfugge a questa logica e sulla rupe erano molte le torri che si fronteggiavano imponenti a testimonianza del ruolo ricoperto da ciascuna casata all’interno del tessuto sociale della città.
Tuttavia i continui scontri, lo scorrere del tempo e l’abitudine ad abbattere le torri delle famiglie nemiche in caso di vittoria ha fatto si che fossero poche le torri giunte integre fino ai giorni nostri. Tra queste le più conosciute ad Orvieto sono la torre del Moro e la torre del Maurizio. Le due torri hanno tuttavia storie completamente differenti tra di loro.
La prima, Originariamente chiamata “Torre del Papa”, venne ceduta nel 1515 da Papa Leone X al popolo orvietano, e venne ribattezzata “Torre del Moro”, presumibilmente in riferimento ad un orvietano, soprannominato “il Moro” che risiedeva in una casa molto vicina alla torre. 47 metri di altezza, un orologio, due campane, posta in linea ai 4 punti cardinali, è un elemento centrale infatti si erge sul punto di incontro dei 4 quartieri storici: Serancia, Olmo, Corsica e Stella. Elegante ed imponente, riferimento a vista per chi visita la città, simbolo delle tre facce del potere in epoca medioevale: quello religioso, quello civile e quello economico.
La Torre di Maurizio, ossia la torre sulla piazza del Duomo, al quale la sua storia è intimamente legata; si tratta di una torre di media altezza sormontata da un piccolo uomo barbuto che batte il maglio scandendo le ore. Fu fatta costruire, per volere dell’Opera del Duomo tra il 1347 e 1348, per scandire il tempo dei lavori del cantiere della Cattedrale. In quel periodo l’Europa veniva sferzata brutalmente dalla peste nera; e per il popolo orvietano edificare un monumento del genere, significò con buona probabilità, esprimere metaforicamente un necessario bisogno di futuro nello spirito di sana rivalsa contro la tragedia nera.

vedi anche _______________________

Scopri ORVIETO

Icona_Orvieto1

Scopri BOLSENA

Icona_Bolsena2

Scopri CIVITA

Icona_Civita
  • Se vuoi fornire del materiale da pubblicare in questo portale finalizzato alla promozione territoriale ( aneddoti, racconti,o leggende legati alle località, ai monumenti, agli eventi etc ) scrivi all’indirizzo e-mail:

    Riceverai menzione e dedica

Scopri le città

English